GIOIELLI

Ogni rilancio è stato luminoso come un diamante“ con questa battuta  Luca Ghirondi, responsabile del dipartimento Gioielli commenta l'asta tenutasi il 16 e 17 novembre, compiaciuto dell'approvazione che i compratori hanno riservato alla sua ampia selezione di lotti: due giorni di vendite e ben 4 sessioni. 

Asta che si è confermata di alto livello e qualità, caratterizzata da un pubblico di concorrenti  nazionali ed internazionali che hanno saputo apprezzare la varietà e la selezione dei lotti proposti come ha sancito  il risultato dell'85% dei pezzi aggiudicati.

I Top lots dell’asta: firmato BVLGARI un anello in oro giallo con un diamante rettangolare di ct. 5,25, aggiudicato alla cifra di € 102.500,00 (diritti inclusi). 

La collana in perle naturali, opera di raffinata arte orafa del secolo XIX eseguita per una famiglia principesca è stata aggiudicata a € 90.000,00.

Nonostante la flessione del mercato dei diamanti, in asta ne erano presenti ben 30 di diverse carature e forme e tutti hanno superato il prezzo di stima.

Seguono a ruota degli intramontabili smeraldi, sempre raffinati: gli orecchini pendenti in platino con smeraldi a goccia firmati PIRANESI New York, che hanno raggiunto € 18.750,00 mentre il pendente esagonale in oro bianco con grande smeraldo cabochon di ct. 80 circa e diamanti firmato DAVID WEBB è arrivato a € 16.350,00.

Considerando la quantità e il valore dei lotti presentati, il dipartimento si ritiene assolutamente soddisfatto. La percentuale del venduto sul valore complessivo è stata del 108% ed il fatturato ammonta a € 1.786.362,00 (diritti inclusi) che aggiunto al fatturato dell'asta nel semestre precedente rappresenta un ottimo traguardo per il dipartimento e lo spinge verso ulteriori ed ambiziosi risultati. 

Torna su