Asta 459 / Lotto n° 108

Busto in marmo raffigurante Marco Tullio Cicerone (h. cm 40) Poggiante su base squadrata in marmo grigio. Firenze, primo quarto del secolo XVIII (difetti) Uno degli esemplari più celebri di questo prototipo antico noto in molte, straordinarie versioni (Uffizi; Napoli, Museo Archeologico; Copenaghen, Ny Carlsberg), in cui una antica tradizione risalente al Rinascimento ha sempre convenzionalmente individuato Marco Tullio Cicerone, entrò nelle raccolte della Galleria degli Uffizi tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento, quando se ne ha menzione negli inventari, proveniente dalla collezione Ludovisi a Roma. Rinomato sin dal Rinascimento, certamente l'ingresso nelle raccolte di antichità dei Medici agli Uffizi rinnovò la fortuna iconografica a Firenze di questo prototipo. Nel primo quarto del secolo infatti, scultori assai celebri si cimentarono nella esecuzione di repliche del Cicerone sia in bronzo che in marmo. Già nel 1695 il principe Johann Adam Andreas I von Liechtenstein ne ordinò una versione in bronzo a Massimiliano Soldani Benzi (oggi presso il Liechtenstein Museum di Vienna).

In asta: 22 Ottobre 2019 ore 15:00

Valutazione 1.800 - 2.200€

Share

Torna su