Asta 306 / Lotto n° 399

Magnasco Alessandro

 (  Genova   1667  -    1749  )


(attr.) "Paesaggio con monaci" olio su tela (cm 94x119). In cornice Come nel dipito "Paesaggio con lavandaie" lotto 460, il dipinto rappresenta alcune figure lungo le rive di un fiume: questa volta si tratta di monaci certosini in orazione. Questo tipo di soggetti si incontra molto di frequente nella vasta produzione dell'artista che spesso, per i fondali delle proprie opere, si appoggiò a rinomati specialisti della pittura di paesaggio. Il ruolo degli assistenti di Magnasco si è progressivamente chiarito e rafforzato negli studi (vedi ad esempio Laura Muti, Daniele De Sarno Prignano, Alessandro Magnasco, Faenza 1994), tanto che oggi - paradossalmente - sembra lecito dubitare che l'artista abbia mai posto mano personalmente a uno sfondo di paese - ma si veda quanto scritto a proposito del lotto 460. Nel Paesaggio con monaci, l'orizzonte alle spalle dei religiosi è chiuso da una fitta boscaglia nella quale non si fatica a cogliere l'intervento di Antonio Francesco Peruzzini, tra i più assidui collaboratori del Magnasco. Il rapporto tra le figure e le sfondo è esattamente quello che si ritrova nel Paesaggio con monaci di Lisbona, Museu Nacional de Arte Antigua, o nel Cristo servito dagli angeli del Museo del Prado. Rispetto al già discusso "Paesaggio con lavandaie", la diversità della materia non potrebbe essere più evidente. La condotta pittorica brillante e luminosa di Peruzzini conferisce alla scena un'atmosfera serena e arcadica, antitetica alla visionarietà del paesaggio di Magnasco.

In asta: 21 Marzo 2013 ore 16:00

Valutazione € 45.000 - 48.000

Share

Torna su