ARTI DECORATIVE DEL '900 E DESIGN

Il dipartimento di Arti Decorative del ’900 e Design, inaugurato nel 2013, è leader del settore tra le case d’asta italiane e punto di riferimento per collezionisti, designer, architetti e appassionati.

La crescita costante del fatturato si affianca all’aumento di bidder internazionali e di partecipazione in sala, ai telefoni e online, con aggiudicazioni che nel 2020 hanno superato l’80% di lotti battuti.

Lo studio accurato delle opere e l’analisi della documentazione storico-archivistica, sono gli elementi strategici sui quali il dipartimento basa la selezione dei lotti, che spaziano dall’illuminazione alle sedute, dai pezzi unici alle edizioni limitate.

Tra i più importanti successi si ricordano il gruppo di arredi di Carlo Mollino per Casa M. a Torino e per la “Casa del Sole” a Cervinia, che insieme hanno totalizzato € 347.500, il “Connubio in ferro e vetro” di Umberto Bellotto venduto a € 175.000, il paravento modello “Brick” attribuito a Eileen Grey a € 93.750 e il Vaso “Scozzese” di Fulvio Bianconi aggiudicato a € 112.500. Ettore Sottsass, Gio Ponti, Franco Albini, Ignazio Gardella, Ico Parisi, BBPR e Max Ingrand si confermano gli autori più ricercati.

__________________________________________________________

Asta 24 e 25 giugno 2021 | Arti Decorative del ’900 e Design

Una selezione ricercata per qualità e provenienza, capace di attraversare con disinvoltura i periodi e gli stili cardine del XX Secolo. Queste le linee guida che hanno portato l’incanto di Arti Decorative del ‘900 e Design, tenutosi nella sede di viapitteridieci tra il 24 e 25 giugno, a chiudersi con ottimi risultati: oltre € 1 milione di fatturato, 80% di lotti venduti e 188% di rivalutazione delle stime di partenza.

I risultati dell’asta confermano che, laddove le opere proposte siano il frutto di un'accurata ricerca e documentazione, il pubblico di collezionisti e addetti ai lavori risponde con entusiasmo e attenzione, attraversando con disinvoltura i movimenti e le correnti salienti del design e delle arti decorative del XX secolo. La tracciabilità delle provenienze, la verifica della letteratura specifica, dei premi e delle esposizioni contribuisce a qualificare i lotti di maggior rilievo e ne consolida l’intrinseco valore.”   Stefano Andrea Poli (Capo Dipartimento di Arti Decorative del '900 e Design)

A richiamare i numerosi bidder in presenza, ai telefoni e online, un catalogo contraddistinto da beni di rilevanza storico-artistica e dal ricco curriculum espositivo. Protagonisti il vaso di Ercole Barovier e l’Art Nouveau con le luminarie firmate Tiffany Studios, il raffinato paravento di Alphonse Mucha e la scultura di René Lalique. Contese in una ricerca tra arte e design, a richiamare l'attenzione dei collezionisti sono state le creazioni firmate Nanda Vigo, Ettore Sottsass e Archizoom Associati, provocante contraltare al design storico italiano di BBPR, Franco Albini, Gae Aulenti, Osvaldo Borsani, Luigi Caccia Dominioni, Gino Sarfatti e Carlo Scarpa con particolare fermento per i disegni.

_______________________________________________

Anteprima Video | Asta Arti Decorative del '900 e Design, 24 e 25 giugno 2021

In anteprima, Stefano Poli, Capo Dipartimento di Arti Decorative del '900 e Design, svela le interessanti proposte del catalogo della prossima asta del 24 e 25 giugno 2021.

Torna su