Gioielli

Un tripudio cromatico di gemme preziose, valorizzate dalle più raffinate firme della gioielleria, risplende nell’asta di Gioielli importanti dell’1 e 2 dicembre 2022 a Il Ponte Casa d’Aste.


Autentico trionfo di colori sono i diamanti fancy che adornano la magnifica broche Bulgari, un orangy pink di ct. 2,30 (lotto 543, stima € 300.000 - 350.000), l’intense yellow di ct. 8,73 di un anello in oro bianco (lotto 535, stima € 48.000 - 58.000) e il fancy vivid yellow di ct. 1,96 (lotto 529, stima € 15.000 - 25.000). 
Queste le star dell’incanto, insieme a uno zaffiro Kashmir di ct. 6,764 (lotto 539, stima € 90.000 - 140.000), due smeraldi di rara provenienza - un colombiano di ct. 4,377 firmato Cartier London (lotto 525, stima € 25.000 – 35.000) e un afgano da ct. 6,50 (lotto 533, stima € 22.000 - 28.000) - e il rubino birmamo di ct. 4,37 (lotto 524, stima € 18.000 - 25.000)
Tra le massime espressioni nell’ambito del gioiello storico è la bellissima montatura in stile liberty dell’anello con diamante a navette di ct. 9,15 (lotto 538, stima € 58.000 - 75.000), che introduce  idealmente al capitolo dedicato ai diamanti dalle importanti carature: la broche a nastro con diamanti rotondi e tapered per complessivi ct. 29,00 ca. (lotto 520, stima € 22.000 - 28.000), l'anello firmato Villa con diamante a cuscino per ct. 6,04 (lotto 534, stima € 40.000 - 55.000), la broche pendente con diciasette diamanti per un totale di ct. 25,50 (lotto 537, stima € 55.000 – 65.000) e l’elegantissimo collier di diamanti da ct. 45,50 ca. (lotto 542, stima € 55.000 – 65.000) oltre a  molti altri di caratura inferiore ma non meno rilevante. 
Antiche tradizioni e tecniche innovative trovano ampia esemplificazione nelle oltre trenta firme di grandi maison. Dall’arte orafa italiana emerge la peculiare collezione di Frascarolo ispirata alla fauna africana, i raffinati pavè colorati di Palmiero, l’originalissimo design firmato Pomellato, Buccellati, Bulgari, Vhernier, Gucci e Micheletto per arrivare ai virtuosismi del primo Pederzani, evidente negli orecchini con zaffiri lavorati con la rivoluzionaria tecnica “invisible set” (lotto 550, stima € 10.000 - 15.000), introdotta negli anni ‘30 dai gioiellieri Salomon Arpels e Alfred Van Cleef. 
E’ proprio la maison francese Van Cleef & Arpels che apre la sezione dedicata ai maestri orafi della scuola parigina, con i bellissimi orecchini a fiore "cosmos" a diamanti per complessivi ct. 4,60 ca. (lotto 518, stima € 12.000 - 18.000), quindi Cartier con la rarissima spilla a guisa di fiocco e diamanti old mine firmata e realizzata intorno al 1890 (lotto 485, stima € 8.000 - 12.000), René Boivin con un collier “Sablier” in oro giallo (lotto 501, stima € 22.000 - 28.000) e Boucheron con una elegante demi parure.
Autentici doni del mare le perle naturali che risaltano sulla montatura degli orecchini con diamanti firmati Van Cleef & Arpels (lotto 471, € 12.000 - 16.000) e i tre fili di corallo Aka/Moro dal rosso intenso e luminoso (lotto 552, stima € 23.000 - 26.000).
Immancabile infine il capitolo dedicato al gioiello d’artista, con sei catene della collezione “Genesis” di Salvador Dalì (lotto 867, stima € 16.000 - 22.000).


Prossime aste




Selezioniamo gioielli per la prossima asta



News

Record e Risultati

Vendi con noi

Invitiamo alla consegna in vista delle prossime aste

TOP