GIOIELLI

Leader del settore in Italia e forte di una clientela sempre più internazionale, il dipartimento dei Gioielli vanta uno storico di importanti conferimenti e successi d’asta, testimone l'ultimo incanto del 2020 concluso con oltre € 3.000.000 di fatturato e il 90% dei lotti venduti.

Diamanti dalle importanti carature, rubini, zaffiri, smeraldi e perle naturali: ogni gioiello è valorizzato per il suo passato e il futuro che lo attende da un team di gemmologi certificati ed esperti della storia del gioiello.

Considerato l’attuale incremento nella domanda di preziosi, obiettivo dipartimentale resta la qualità e l’attenzione verso il cliente, anche tramite l’accurata condivisione di avanzati condition report che garantiscano acquisti sempre più mirati.

Tra le migliori aggiudicazioni spiccano le gemme di colore: un rubino Birmano di ct. 2,90 circa montato su anello Bulgari (venduto € 375.000), uno smeraldo Colombiano ottagonale di ct. 9,10 circa incastonato su anello rifinito con due diamanti (venduto € 137.000) e uno zaffiro Kashmir ct. 9 circa su una montatura della maison Wolfers Frères (venduto € 750.000). Tra i diamanti un anello in oro giallo con diamante a cuore  di ct. 10,23 (venduto € 375.000).

Nella sezione dedicata alla perle naturali, risaltano due orecchini pendenti in oro bianco con due diamanti rotondi taglio a brillante a sostenere due perle naturali di acqua salata a goccia di colore bianco con sfumatura crema (venduto € 400.000). Infine, tra i beni firmati spiccano due lotti entrambi firmati Cartier una broche in oro giallo e platino "Two Sparrows" con i corpi intagliati uno in smeraldo e l'altro in rubino come gli occhi di smeraldo e rubino opposti, rifiniti con diamanti rotondi a pavé e baguette (venduto € 56.250) un Box in oro giallo in lacca con coperchio ad intarsio orientale in madreperla rifinita in corallo arancione e fondo in agata (venduto € 40.000), e uno spillone con pendente in platino, diamanti, smeraldi cabochon a goccia, rifinito con una nappa in perle bianche della maison Lacloche Frères (venduto € 125.000).

"L’asta ha raggiunto il considerevole traguardo di 3 milioni di fatturato con il 90% di lotti venduti. Risultato ottenuto grazie a un accurato lavoro di approfondimento con video e immagini dei lotti [...] dopo che nei giorni precedenti all'asta si era assistito a un incremento del 300% di richieste di condition report. Tra i top lot, due anelli con incastonati diamanti: uno a goccia di 10,16 carati venduto a 225mila euro, l’altro di 6,29 carati battuto a 220mila."

IlSole24Ore Moda | Novembre record per i lotti più costosi di Giulia Crivelli | 3 dicembre 2020

“La conferma della vivacità e della entusiastica partecipazione del pubblico da ogni parte del globo, è giunta attraverso gli incessanti rilanci ai telefoni e sulla piattaforma IlPonteLive, durante le tre giornate dedicate ai Gioielli (18, 19 e 20 novembre). A catalogo rari tesori di oreficeria affiancati ad una selezione gemmologica straordinaria.”

ArtsLife | 26 novembre 2020

Torna su