Gioielli

Leader del settore e forte di una clientela sempre più ampia e globale, il dipartimento dei Gioielli vanta uno storico di ragguardevoli conferimenti e successi d’asta.

 

Diamanti dalle importanti carature, rubini, zaffiri, smeraldi e perle naturali: ogni gioiello è valorizzato da un team di gemmologi certificati ed esperti della storia del gioiello. Obiettivo dipartimentale è la qualità dei lotti e l’attenzione verso il cliente, anche tramite l’accurata condivisione di dettagliati condition report che garantiscano acquisti sempre più mirati e certificati.
 

 

Gioielli in 3B: Bulgari, Marina Bulgari e Buccellati

 
Nel raffinato contesto dell'asta di importanti Gioielli del 30 e 31 maggio 2024, spiccano tre grandi maison italiane: Bulgari, MarinaB e Buccellati. Nomi che evocano un’eleganza senza tempo, dal prestigio internazionale e che illuminano il catalogo con le loro creazioni più esclusive e ricercate.
 
Dalla Grecia a Roma, la saga affascinante della maison Bulgari rivela un forte legame con l'antichità classica. Risale infatti al fondatore Sotirios il trasferimento nella “città eterna”, nel 1884, il cui ricco patrimonio archeologico divenne ben presto fonte inesauribile d'ispirazione anche per le generazioni a seguire, come dimostrano gli esemplari iconici della linea “Monete”: una delle serie più rappresentative del marchio, realizzata dal nipote Nicola intorno agli anni Sessanta rifacendosi proprio alla produzione tardo-romana. Esempio evidente sono la lunga catena con gli otto "Carlini" in argento di Roberto d'Angiò 1309 - 1343 (lotto 716, € 70.000 - 120.000), il collier de chien tubogas con quattro "Statere di Corinto" (lotto 728, € 70.000 - 120.000) e il collier in oro e diamanti a tenere un pendente con moneta “Syracuse”: esemplare unico realizzato su commissione (lotto 729, € 60.000 - 80.000).
 
Modelli tra i più celebri e ricercati sono gli splendidi esemplari “tubogas” dalla caratteristica fascia tubolare dai contorni arrotondati e priva di saldature, un must del marchio, presenti a catalogo in alcune collane (lotto 657, € 7.000 - 12.000) e negli orologi (lotto 656, € 6.500 - 9.000 / lotto 666, € 6.500 - 9.500).
 
La continua evoluzione della firma è evidente in altrettanti straordinari monili: due anelli con diamante solitario (lotto 718, € 60.000 - € 90.000 / lotto 722, € 14.000 - 22.000), un anello “moi et toi” con diamante e rubino Birmano (lotto 717, € 22.000 - 26.000).  L’eccezionale qualità artistica raggiunta negli anni Sessanta è ben rappresentata da un paio di orecchini (lotto 714, € 28.000 - 40.000), due broches (lotto 713, € 60.000 - 90.000) e un bracciale, tutti rifiniti con diamanti e rubini Birmani (lotto 715, € 90.000 - 140.000). 
 
Un elenco straordinario che si arricchisce di alcuni accessori imperdibili: le clutch in oro e diamanti (lotto 667, € 11.000 - 16.000 / lotto 695 € 14.000 - 18.000), il portasigarette firmato Muratti del '70 (lotto 655, € 3.500 - 5.000) e l’incantevole borsina in oro giallo degli anni Cinquanta rifinita con diamanti, zaffiri, smeraldi e rubini (lotto 703, € 16.000 - 24.000).

 

Indiscussa regina del gioiello, Marina Bulgari, con le proprie coraggiose scelte professionali si ritaglia uno spazio tutto suo all’interno della grande famiglia. Artista visionaria e donna imprenditrice, a partire dal 1976 infatti  diviene una firma inimitabile della gioielleria mondiale con il marchio MarinaB.
Tra i gioielli emblematici della sua produzione risaltano alcuni pezzi unici, tra cui il top lot dell’incanto: un anello disegnato su commissione con un diamante di ct. 14.67 (lotto 723, € 160.000 - 240.000), due paia di orecchini della linea “Pneu” (lotti 625, € 2.800 - 4.000 / 702, € 3.500 - 5.000), una demi-parure della serie “Cimin” (lotto 626, € 5.500 - 8.500) e un choker “Simona” impreziosito da un rubino cabochon e diamanti (lotto 678, € 8.000 - 15.000).

 

Vertici espressivi della grande arte orafa italiana sono una ventina di stupende creazioni firmate Buccellati. Spiccano le opere di Gianmaria, come la demi parure in oro giallo cesellato (lotto 620, € 8.500 - 12.000) e alcuni esemplari storici del fondatore Mario, tra cui un elegantissimo collier a foglie satinate a scalare in oro giallo e bianco rifinito con piccoli diamanti (lotto 694, € 7.500 - 12.000). 
 
Numerose le creazioni con diamanti e pietre di colore dalle importanti carature, quali l’anello firmato Sabbadini centrato da un diamante ottagonale di ct. 6,83 (lotto 720,  € 45.000 - 60.000) e i numerosi zaffiri birmani di grandi dimensioni (lotto 711, € 22.000 - 33.000 / lotto 700, € 16.000 - 22.000). 
 
Immancabili infine le perle naturali che occupano uno spazio di rilievo all’interno delle due giornate di vendite, alcune particolarmente rare come quelle  di vari colori e dimensioni che adornano una magnifica collana (lotto 725, € 26.000 - 32.000) e le due d'acqua salata di grandi dimensioni che esaltano gli orecchini pendenti   (lotto 727, € 7.500 - 9.500).

 



Prossima asta




Asta: 30, 31 maggio 2024


Esposizione: 24, 25, 26 maggio 2024

Sfoglia il catalogo

News

Record e Risultati

Vendi con noi

Invitiamo alla consegna in vista delle prossime aste

TOP