DIPINTI E SCULTURE DEL XIX E XX SECOLO 

Il settore di Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo si è distinto negli ultimi anni per l’accurata presentazione a catalogo di un ottocento animato da nomi a lungo ignorati e presenze internazionali.

Il dipartimento ha chiuso l’anno 2020 con 1.5 milioni di euro di fatturato totale, a testimonianza di una selezione di opere di grande qualità e varia nei generi, capace di attirare una nuova generazione di appassionati e un’audience che valica i confini nazionali.

Tra le aggiudicazioni di maggior rilievo, relative all’anno appena concluso, troviamo la “Femme à l’ombrelle (L’ombrellino a pois)” di Federico Zandomeneghi venduta per € 137.500, Albert Anker con il “Ritratto di bimba (Noémi Soutter)” del 1885 aggiudicato per € 93.750.

__________________________________________________________

Asta 16 giugno 2021 | Scoperte e risultati che rivitalizzano il mercato nell’asta di Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo a IlPonte

Un messaggio forte quello che si evince dal risultato dipartimentale di Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo, il cui incanto si è concluso con oltre € 1,2 mln di fatturato, il 75% di lotti venduti e il 235% di rivalutazione dei prezzi base.

Giustamente entusiastiche le dichiarazioni di Matteo Gardonio, direttore del dipartimento: “Alla base del successo un importante lavoro di ricerca e selezione, fondamentale per presentare a catalogo opere inedite di notevole qualità, provenienti da importanti collezioni, come la celeberrima Collezione Bernasconi, che dopo oltre trent’anni di assenza dal circuito delle vendite, è capace di registrare ben il 100% di venduto.”

Tante le proposte che hanno contribuito a richiamare l’attenzione dei collezionisti di tutto il mondo, facendo confluire fin dalla pubblicazione del catalogo online migliaia di letture digitali  e quasi 200.000 visite al sito. Al primo posto l’artista russo Filipp Andreevic Maljavin, la cui opera era stata per anni erroneamente attribuita a un artista italiano e che ottiene un aggiudicato di ben € 100.000 (lotto 604). L’opera ritrovata del maestro Francesco Hayez si posiziona tra i top lot dell’asta con € 56.250 (lotto 602), seguita dal bellissimo omaggio alla città di Milano firmato Angelo Inganni (lotto 603, venduto € 45.000). 

Cuore dell’asta è stato l'Ottocento italiano della già menzionata Collezione Bernasconi, le cui migliori aggiudicazioni sono riferite a Francesco Paolo Michetti (lotto 627, venduto € 62.500), Ettore Tito (lotto 633,  venduto € 75.000) e i lavori di Mosè Bianchi, tra cui spicca il suggestivo "L'arrivo della tempesta" (lotto 632,  venduto € 41.250). 

Da segnalare anche le aggiudicazioni riferite al primo Novecento, tra cui l'”Autoritratto” del giovane Achille Funi (lotto 587,  venduto € 22.500), un ritratto di Afro (lotto 588, venduto € 25.000) e i numerosi suggestivi paesaggi di Luigi Zago, artista riscoperto dal pubblico e dalla critica.

_______________________________________________

Anteprima Video |  Asta Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo, 16 giugno 2021

In anteprima, Matteo Gardonio, Capo Dipartimento di Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo, svela le interessanti proposte del catalogo della prossima asta del 16 giugno 2021.

Torna su