DIPINTI E SCULTURE DEL XIX E XX SECOLO

L'asta di Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo (22 e il 23 maggio) si è conclusa con un fatturato di € 760.862.000, 72% di lotti venduti e una rivalutazione del 105% sul battuto.

Top lot dell’asta il meraviglioso “Profilo femminile” di Giovanni Boldini (cm 13,5x9,5) venduto a € 50.000 (lotto 233) e "Giochi d'acqua (Nidiata)" di Ettore Tito a € 47.500 (lotto 265). “Con queste vendite Il Ponte si propone come importante punto di riferimento anche per i collezionisti dell’Ottocento” dichiara Matteo Gardonio, direttore del Dipartimento.

Ottimi i risultati per "Veduta del Naviglio di San Marco dal terrazzo di Ca' Medici” di Angelo Inganni (lotto 269|venduto a €65.000), "Naviglio nella Strada dell'Ospedale (via Francesco Sforza)” di Carlo Canella (lotto 256|venduto a € 41.250) e per l'olio di Pietro Fragiacomo "Barcaiolo in laguna” (lotto 254|venduto a € 27.500).

Il pubblico ha dimostrato molto apprezzamento per le opere vedutiste, soprattutto se estremamente luminose e il mercato si sta orientando verso questo tipo di tendenza”, aggiunge Matteo Gardonio. La gara è stata accesa, infatti, sugli acquerelli e in particolare sulle opere di Emma Ciardi: "Tramonto sulla laguna (Twilight on the lagoon)" del 1925 (lotto 290), stimato tra i 2.000-2.500 €, che è stato venduto a € 10.625.

Infine, ottimi risultati anche per le sculture in bronzo, tutte vendute con aggiudicazioni molto interessanti, quali "Profilo classico” di Vincenzo Gemito che, battuto a € 3.400, ha più che triplicato la stima di partenza (lotto 379).

Una sala al completo, più telefoni e online, che ha partecipato attivamente alla gara. Significativa la presenza di giovani, a conferma del rinato interesse per l'800 delle nuove generazioni sia in Italia che in ambito internazionale” conclude il direttore del dipartimento.

Un rilancio continuo alla casa d'aste Il Ponte a Milano, tra palette alzate, telefonate, 300 clienti collegati via web segno che non solo i quadri moderni e contemporanei fanno vendite record, anche la pittura dell'Ottocento ha ripreso a correre: "Il mercato, inaspettatamente, vede i giovani affacciarsi quindi c'è un ricambio generazionale. Il figurativo sta vivendo una fase di rinata primavera."

FuoriTG-Rai3, "La miglior offerta" servizio di Eugenia Nante | 5 giugno 2019

Torna su