Vini e Distillati

Il dipartimento offre la propria esperienza attraverso la selezione di esclusive cantine private. 
Il bello, inteso come un universo dalle sfaccettate complessità sensoriali, ha visto nell’ultimo anno l’ingresso di un nuovo dipartimento dedicato a chi dietro un’etichetta, oltre all’investimento, legge la storia di un territorio e segreti a lungo tramandati.



Si rivela una scommessa vincente la prima asta di vini organizzata da #IlPonte, che cattura l’attenzione degli appassionati registrando l’88% di lotti venduti e il 133% di rivalutazione dei prezzi base.
A vivacizzare fin da principio l’incanto la sezione dedicata alla Francia, grande protagonista della vendita, attraverso cui si sono configurati i primi top lot dell'incanto: le due bottiglie annata 1993 di Richebourg Grand Cru (lotto 26, venduto € 4.125), le dodici bottiglie classe 1990 dello Château Palmer (lotto 8, venduto € 2.250), la bottiglia di Château Margaux Cru Classé 1990 (lotto 17, venduto € 1.000). Sempre ricercatissimo tra i collezionisti il Domaine Romanée Conti con il La Tache Grand Cru 1960 (lotto 31, venduto € 1.125).
Anche i vini italiani hanno scandito un’ottima gara ai rilanci, dalle terre del Nebbiolo con il Gaja Costa Russi 1990 (lotto 38, venduto € 812,50) a quelle dei rinomati Super Tuscan, dove si sono distinti la bottiglia di Tignanello Marchesi Antinori 1995 (lotto 57, venduto € 562,50) e l’ampia sezione dedicata al Sassicaia con la raccolta da dodici bottiglie annata 1986 (lotto 100, venduto € 2.750), le sei bottiglie annata 1987 (lotto 74, venduto € 1.187,50) e il gruppo da sei bottiglie del 1989 (lotto 85, venduto € 1.375).


Prossima asta




Stiamo selezionando beni per le prossime aste



News

Vendi con noi

Invitiamo alla consegna in vista delle prossime aste

TOP